Centro Ausili Tecnologici (CAT)

Computer con intorno tre bambiniIl CAT è un servizio dell'Azienda USL di Bologna gestito in convenzione con AIAS Bologna onlus, che dal 1989 si occupa della proposta di ausili a tecnologia avanzata (elettronica, informatica) per l'autonomia e la qualità della vita delle persone con disabilità. E’ un centro di competenza indipendente da interessi commerciali dotato un'equipe multidisciplinare composta da esperti di ausili nelle discipline dell'educazione, della riabilitazione e delle tecnologie. Opera come servizio di primo e secondo livello, ovvero sia in risposta alle richieste dell'utente finale sia come consulente dei servizi territoriali.
Il CAT svolge attività rivolte alle persone con disabilità e alle loro famiglie, agli operatori della riabilitazione, della scuola e del sociale; si relaziona con le aziende del mercato degli ausili e con le realtà della ricerca; progetta e conduce attività formative e progetti.
Si occupa primariamente di problematiche legate a disabilità motorie e multiple; collabora con altri professionisti e servizi nella proposta di ausili per le altre tipologie di disabilità. L’intervento è mirato alla proposta di ausili tecnologici nell’ambito domestico, sociale, scolastico e lavorativo. I temi di riferimento sono:

  • PC e tecnologie avanzate
  • la comunicazione aumentativa alternativa (CAA)
  • il software educativo
  • il controllo ambientale
  • il gioco

Il bacino d'utenza del CAT è nazionale, con priorità sulla regione Emilia Romagna; alcune prestazioni possono essere effettuate anche in integrazione con gli altri centri di Corte Roncati.
Le macro-prestazioni offerte dal CAT sono:

  • Informazione
  • Valutazione ausili tecnologici per favorire le attività e la partecipazione
  • Supporto individualizzato al percorso ausili
  • Supporto ad operatori
  • Prestito ausili
  • Laboratorio di CAA
  • Formazione e aggiornamento
  • Magazzino Ausili Tecnologici (in corso di realizzazione)

La valutazione finalizzata alla proposta di ausili tecnologici viene effettuata all’interno di un progetto personalizzato, in collaborazione con i Servizi che hanno in carico il caso. Le attività di supporto sono finalizzate all’inserimento dell’ausilio nella situazione di vita e comprendono: il prestito di ausili, interventi educativi, personalizzazioni tecniche e addestramento all’uso.
Anche gli operatori professionali possono rivolgersi al CAT, per approfondimenti su aspetti tecnici e metodologici.